PASSEGGIARE NEI BOSCHI D'AUTUNNO ✽ WALKING IN THE WOODS IN AUTUMN

giovedì, settembre 22, 2016

I boschi sono sacri. 
Passeggiare in un bosco è per me un'esperienza rigenerante e galvanizzante, a cui si aggiunge quella meravigliosa sensazione di avventura ed entusiasmo tipica dell'esplorazione nella natura incontaminata. 
Quando cammino sul soffice tappeto di foglie rimango incantata dall'atmosfera del bosco, in alcuni sentieri la luce filtra con intensità dalle fessure tra i rami degli alberi, ritagli di cielo sorridono e un'àura dorata illumina con dolcezza la natura, in altri le ombre si addensano rendendo tutto più scuro e tenebroso. 
Nel corso delle mie passeggiate, amo fermarmi ad ascoltare il silenzio del bosco, reso magico dai lievi e delicati suoni della natura: un rametto si spezza, un pettirosso spicca il volo con un frenetico battito d'ali, una goccia di rugiada scivola con eleganza su una foglia e cade.
Quando arriva l'autunno il bosco si veste di colori caldi e intensi e un'infinita varietà di sfumature dorate tinge la natura.  
Trascorrere del tempo nel bosco, a contatto esclusivo con la natura, può essere definito quasi un'esperienza mistica, un'occasione speciale per entrare in diretto contatto con il nostro io più autentico e dialogare con esso, per comprendere o imparare qualcosa di nuovo sulla Vita e la Natura. Non posso non citare a questo riguardo Henry David Thoreau, scrittore e filosofo americano che auspicava il ritorno a uno stile di vita semplice a contatto con la natura e che ai boschi ha dedicato un libro molto profondo e ricco di riflessioni: "Walden ovvero Vita nei boschi". Questo passaggio mi è rimasto particolarmente impresso, tanto da ricordarlo ormai a memoria: "Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza, per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere se non fossi capace di imparare quanto essa aveva da insegnarmi, e per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto. Non volevo vivere quella che non era una vita, a meno che non fosse assolutamente necessario. Volevo vivere profondamente, e succhiare tutto il midollo di essa [...].

Queste foto sono state scattate nei boschi della mia cara Liguria a Settembre.


Woods are sacred.
Walking in woods is a regenerating and galvanizing experience to me, combined with the great feeling of adventure and excitement typical of the exploration in the pristine nature.
When I walk on the soft carpet of leaves I am enchanted by the atmosphere of the woods, in some paths the light filters intensely from the cracks between the branches of the trees, the sky clippings smile and a golden aura illuminates sweetly the nature, in other paths shadows thicken making everything dark and gloomy.
During my walks, I like to stop and listen to the silence of the woods, made magical by the soft and gentle sounds of nature: a twig breaks, a robin redbreast takes flight with a frantic beating of wings, a dewdrop slips elegantly on a leaf and falls.
When autumn comes the wood wears warm and intense colors and an infinite variety of shades of gold paint the nature.
Spending time in the woods, in exclusive contact with nature, can be described as almost a mystical experience, a special occasion to come in direct contact with the most authentic part of ourselves and talk with it, a way to understand or learn something new about Life and Nature. I can't help but mention in this context Henry David Thoreau, an American writer and philosopher who wished for a return to a simple living in harmony with nature. He dedicated to the woods a very deep book full of reflections: "Walden or Life in the Woods". This passage impressed me so much that I remember it by heart: "I went to the woods because I wished to live deliberately, to front only the essential facts of life, and see if I could not learn what it had to teach, and not, when I came to die, discover that I had not lived. I did not wish to live what was not life, living is so dear; nor did I wish to practice resignation, unless it was quite necessary. I wanted to live deep and suck out all the marrow of life[...].

These photos were taken in the woods of my dear Liguria in September.

Boschi della Liguria

Castagna e foglie

Panchina nei boschi

Boschi della Liguria

Boschi della Liguria

Tappeto di foglie

Boschi della Liguria

Foglie autunnali

Boschi della Liguria

Foglie autunnali

Fungo

Alberi autunnali

La preghiera è stare in silenzio nel bosco. 
(Mario Rigoni Stern)

Prayer is to be silent in the woods.
(Mario Rigoni Stern)

Boschi della Liguria

Foglie autunnali

Boschi della Liguria

Boschi della Liguria

Boschi della Liguria

Foglie autunnali

Boschi della Liguria

Fungo

Boschi della Liguria

Boschi della Liguria

Castagna


© Copyright @2015 - 2016 viaggidiunaconchiglia.com. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.






















You Might Also Like

2 commenti

  1. Trovo che l'autunno sia una stagione particolarmente odiata, forse perchè termina il periodo caldo delle vacanze e della luce. In realtà le colline e i boschi cambiano colore, anzi, prendono fuoco. Respirare l'aria fresca mentre gli alberi si tingono di rosso è davvero rigenerante. O forse noi romantici siamo rimasti davvero in pochi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo bel commento. Credo che tu abbia ragione, l'autunno viene percepito da molti come la stagione che ci porta via il calore e la luce. Io abito in Sardegna, vicino al mare, che è ormai parte di me, quindi amo le miti temperature primaverili e quelle calde dell'estate, ma sarebbe limitante cogliere il bello solo in queste due stagioni. L'autunno è ricco di sfumature, luci, colori e profumi suggestivi che rendono la natura molto affascinante e contemplare uno spettacolo simile è una carezza per l'anima :)

      Elimina